DECRETO APPROPRIATEZZA IN 203 PRESTAZIONI SPECIALISTICHE LIMITI PER LA PRESCRIZIONE A CARICO DEL SSN

Le restrizioni su Odontoiatria, Genetica, Radiologia diagnostica, Esami di laboratorio, Dermatologia allergologica, Medicina nucleare. Il DM ha suscitato le forti proteste dei medici per le sanzioni che rischiano i sanitari che dovessero prescrivere le 203 prestazioni senza seguire le indicazioni del decreto.

Le sanzioni sono state temporaneamente sospese, ma il decreto rimane in vigore ed è Legge

 IL TESTO completo sulla gazzetta cliccateci sopra.

 

20 GEN – Arriva sulla Gazzetta Ufficiale di oggi, 20 gennaio 2016, il decreto che individua le condizioni di erogabilità e le indicazioni di appropriatezza prescrittiva per 203 prestazioni di assistenza specialistica ambulatoriale erogabili nell’ambito del Ssn di cui al Dm del 22 luglio 1996 e previsto dal decreto Enti locali dell’agosto scorso contenete diverse misure di contenimento della spesa sanitaria.

Ricordiamo che il provvedimento, che ha fatto infuriare i camici bianchi lo scorso anno per la questione delle sanzioni cui potrebbero incorrere i medici che prescrivessero a carico del Ssn le prestazioni inappropriate, prevede condizioni di erogabilità e le indicazioni di appropriatezza prescrittiva su prestazioni di Odontoiatria, Genetica, Radiologia diagnostica, Esami di laboratorio, Dermatologia allergologica, Medicina nucleare.

Ricordiamo poi che, sempre il decreto Enti locali da cui scaturisce il DM appropriatezza, prevede che le 203 prestazioni se prescritte al di fuori delle condizioni di erogabilità contemplate dal DM saranno poste a totale carico del paziente.

Per quanto riguarda le sanzioni per i medici esse, al momento, restano comunque quelle previste dal Decreto Enti Locali che prevede che al medico dipendente che abbia prescritto a carico del SSN una prestazione senza osservare le condizioni e le limitazioni citate, si applichi una riduzione del trattamento economico accessorio, nel rispetto delle procedure previste dal Contratto, e nei confronti del medico convenzionato con il SSN, una riduzione, mediante le procedure previste dall’Accordo Collettivo Nazionale di riferimento, delle quote variabili della convenzione.
In vigore poi anche le sanzioni per i Direttori Generali di Asl e ospedali in caso della mancata adozione da parte dell’ente del SSN dei provvedimenti di competenza nei confronti del medico prescrittore. Il DG rischia infatti di vedere incrinata la sua valutazione da parte della Regione al momento della verifica dei risultati di gestione e della realizzazione degli obiettivi di salute e di funzionamento dei servizi.

Ma torniamo al decreto pubblicato oggi in Gazzetta. L’allegato 1 al DM riporta le 203 prestazioni di assistenza specialistica ambulatoriale cui sono associate condizioni di erogabilità o indicazioni di appropriatezza prescrittiva.

L’allegato 2 riporta invece le patologie diagnosticabili con le prestazioni di genetica medica; le patologie e condizioni per le quali è appropriata l’esecuzione di prestazioni di citogenetica; le patologie e condizioni oncoematologiche per le quali è indicata l’indagine genetica e/o citogenetica e le patologie e condizioni per le quali è appropriata l’esecuzione di prestazioni di immunogenetica.

Infine l’allegato 3 indica i criteri in base ai quali sono state identificate le condizioni di erogabilità di odontoiatria.

Nota del Ministero della Salute.

L’ALLARME DEL VIRUS ZIKA COSA E’ E COSA FA.

Sempre più casi di infezione di virus Zika,  il quale si propaga tramite la zanzara comune. La zona Pandemica è il centro America e il sud America, l’Asia , Tailandia, Filippine, il centro Africa come la Nigeria.In tutto per ora sono interessati 22 paesi Attacca il sistema nervoso, viene trasmesso con la zanzara Aedes Aegipti. i Sintomo sono multipli: Febbre Rush cutanei in tutto il corpo, dolori articolari, congiuntivite, cefalea, dolori addominali,diarrea, nausea e vomito, sindrome di Guillain- Barrè che provoca paralisi a livello dei muscoli del torace  e degli arti, sopratutto nei maschi adulti. Questa sindrome deriva da una risposta autoimmune, in altre parole il virus fa scattare una risposta immunitaria, la quale viene attaccata da altri autoanticorpi contro il sistema nervoso centrale e periferico.  Ha una incubazione di 12 giorni. Alcuni autori parlano anche di solo 4/5 giorni, e di semplici forme simil influenzali, che scappano alla valutazione medica aereoportuale. L’unico trattamento è sintomatico, con Paracetamolo, non si consiglia l’uso di acidoacetilsalicilico (aspirina) per evitare sanguinamento. Utilissima una abbondante idratazione.

La diagnosi si esegue con un esame del sangue e valutazione microscopica. Il virus si può trasmettere per via sessuale, è opportuno che le donne gravide sessualmente attive siano informate del pericolo. Anche le zanzare di tipo Culex possono trasmettere il virus. E’ opportuno tenere lontano le zanzare con repellenti da spalmarsi sul corpo e bonificare le stanze. Il virus purtroppo nelle donne gravide passa la placenta e infetta il feto, provocando effetti negativi come microcefalia, (testa più piccola) e una atrofia cerebrale severa.

Sembra che come il Dengue e il Chikungunya, il virus Zika sia dovuto a una manipolazione genetica eseguita dall’uomo. Anche se non si hanno prove il carrier trasportatore dei virus rimane la Zanzara. Ma quale può essere lo scopo? Esperimenti militari , o riduzione di massa della polpolazione ? Se lo chiede la trasmissione in lingua Spagnola che riporto sotto ZDI.(Zona di Investigazione).

Per ora non ci sono notizie se L’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanita’) permetteranno lo svolgimento delle Olimpiadi in Brasile.

Per ora si sono riuniti diverse volte per affrontare con diversi gruppi di studio e cura, e profilassi questa emergenza nuova.